Edizione straordinaria di Pitti Uomo!
News
Edizione 103
13.01.2023
Il salone si è concluso con numeri di presenze molto alti e molto incoraggianti: 13.500 i buyer registrati, di cui il 33% dall’estero, oltre 18.000 i visitatori totali.
Un’energia straordinaria, un’atmosfera di lavoro e di festa (complice il tempo!) e dei numeri di presenza di cui si era persa memoria… Questo è il bilancio della 103esima edizione di Pitti Immagine Uomo, che si è conclusa a Firenze (10-13 gennaio 2023) con quasi 800 collezioni di moda maschile, lifestyle e genderless in Fortezza da Basso, con un layout espositivo sempre più evoluto e nuove sezioni come PITTIPETS e The SIGN. Più gli eventi speciali in altri luoghi della città: dalla sfilata di Martine Rose alla Loggia del Porcellino a quella di Jan-Jan Van Essche al Complesso di Santa Maria Novella, assieme tutte le altre presentazioni ed eventi in calendario, che hanno raccolto grandi consensi tra stampa, buyer e ospiti arrivati appositamente a Firenze.

I dati di affluenza finale hanno fatto registrare in termini assoluti circa 13.500 compratori, in rappresentanza di 6.500 aziende di vendita e distribuzione (boutique, dettaglio, multimarca, department e specialty stores, catene, piattaforme specializzate di e-commerce), con un aumento del 210% rispetto al gennaio 2022: gli italiani sono stati oltre 9.000 (+ 190%), gli esteri circa 4.500 (+260%) e rappresentano il 33% del totale

Il dato complessivo dei visitatori in Fortezza a questa edizione ha superato le 18.000 presenze.

NB. Lo scorso anno c'era un'unica registrazione per i compratori di Pitti Uomo e Bimbo, svolti in contemporanea, entrambi in Fortezza da Basso.

I primi 10 mercati esteri più presenti a questa edizione sono stati: Germania (oltre 530 compratori), Olanda, Spagna, Gran Bretagna, Turchia, Svizzera, Francia, Stati Uniti, Giappone, Belgio.

Finalmente, grande soddisfazione registrata tra tutti gli espositori per il ritorno dei migliori compratori asiatici. Dal Giappone sono arrivati oltre 190 buyer (erano stati 6 nel gennaio 2022), dalla Corea del Sud sono stati quasi 140 (rispetto ai 5 del gennaio 2022), così come sono tornati i buyer dalla Cina continentale, Cina-Hong Kong, Taiwan, Singapore e Tailandia, paesi che all’ultima edizione invernale erano stati quasi assenti.

Altro dato interessante è il risultato delle presenze dei compratori dai paesi nordici-scandinavi (Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia), che ha raggiunto quota 227 a questa edizione – erano stati 60 in totale l’inverno scorso.

Da segnalare anche gli exploit di Israele, Messico, Canada, Irlanda, i numeri in grande ripresa dai paesi dell’Europa Orientale e dal Medio Oriente, e dal blocco Azerbaijan - Uzbekistan - Kazakistan (erano 4 i compratori di questi paesi l’anno scorso, sono stati 43 a questa edizione).