UniCredit S.p.A. Partner Contatti My Pitti
Exhibitors Spotlight:
Pierre Louis Mascia
Editoriale
Edizione 101
19.11.2021
Un viaggio nell'arte da indossare di Pierre-Louis Mascia

Exhibitors Spotlight si concentra su una selezione di marchi che espongono a Pitti Uomo quest’anno, presentando le loro nuove collezioni e i progetti speciali.

L’esperienza da fashion illustrator di Pierre-Louis Mascia si vede chiaramente posando gli occhi sulle sue collezioni. Il marchio è un'estensione dei suoi disegni, soltanto che l'opera d'arte si proietta sul tessuto piuttosto che su un foglio di carta.
“Vedo questa professione più come quella di un “direttore d’orchestra” che di uno stilista”, ci ha detto Mascia quando lo abbiamo incontrato per saperne di più sul suo brand. “Quando ho iniziato a lavorare nella moda, il mio interesse era più rivolto ai marchi che lavoravano sulla loro immagine: Comme Des Garçons, Yohji Yamamoto, Romeo Gigli. Mi sono presentato in un momento inscritto in questa dinamica. Quello che mi ha sempre affascinato della moda è il fatto che sia un ambito che “prende in prestito” da tutte le arti applicate: pittura, grafica, danza, scenografia”.
Per Mascia, esplorare le arti applicate significa avere un’estetica in continua evoluzione, che si muove insieme a lui e alla sua vita. "Questo brand fa parte di un movimento", continua, parlando di come non si concentri su uno stile specifico per "lasciare libero sfogo alla creazione. Naturalmente, ci sono pratiche e variazioni che continuano a tornare. Ammiro un artista come David Bowie che è stato in grado di reinventarsi con ogni album mantenendo la sua identità. Oggi l'universo che stiamo sviluppando è un universo di colori e mescolanze. Domani questo universo potrebbe diventare molto più minimal".
A Pitti Uomo, Mascia presenterà una collezione di camicie in seta stampata "ispirate alla natura", portando avanti i ricchi e lussuosi codici estetici per cui il marchio è rinomato. Tutte le camicie sono certificate GOTS (Global Organic Textile Standard), garantendo per ogni capo che i tessuti utilizzati sono frutto di pratiche di produzione ecologicamente e socialmente responsabili lungo tutta la filiera.
 
In più, Pierre-Louis Mascia ha lanciato uno studio di design indipendente chiamato "Irréel Atelier", che vede il marchio evolversi per abbracciare una visione più contemporanea e olistica di ciò che una casa di moda può essere pubblicando una rivista semestrale. E per quanto riguarda eventuali collaborazioni o partnership imminenti? "Stiamo sviluppando [anche] una serie di gioielli in collaborazione in Vietnam che saranno presentati a giugno 2022", dice Mascia. “Spesso rifiutiamo proposte di collaborazione che sono solo opportunistiche. Ma se dovessimo esprimere un desiderio sulla collaborazione ideale, sarebbe con un brand di sneaker”.