16 luglio - 9 ottobre 2020
Pitti Meets
CARLO RATTI
Editoriale
Edizione 98
15.10.2020
Ingegnere, architetto e professore, Carlo Ratti si spinge costantemente oltre i confini prestabiliti dell'innovazione creativa.

In qualità di direttore del MIT Senseable City Laboratory, con il suo team multidisciplinare, Ratti studia le interazioni umane all'interno degli spazi cittadini, modellandole e valorizzandole attraverso l’uso di informazioni digitali.
L’innovativo laboratorio immagina gli spazi urbani in modo multifunzionale. I progetti sono orientati alla costruzione di “smart cities", e Ratti è costantemente al lavoro su nuove tecnologie per migliorare il futuro della società.

Per realizzare quella che definisce una città "Senseable", il progetto deve racchiudere in sé i vantaggi sociali che derivano dall’integrazione della tecnologia all’interno di oggetti fisici. La parola "Senseable" sta a significare come le tecnologie digitali percepiscono e rispondono ai bisogni umani, mantenendo al centro le persone e i loro desideri.
Tra i progetti innovativi di Ratti, c’è quello del Digital Water Pavilion nella città spagnola di Saragozza. Nominato tra le "migliori invenzioni dell'anno" dalla rivista TIME nel 2008 – un riconoscimento che Ratti ha ottenuto anche nel 2014 e nel 2019 – il progetto presenta delle ‘pareti’ d'acqua controllate digitalmente, che generano scritte e pattern.

Un altro lavoro di rilevo è il CapitaSpring, attualmente in costruzione a Singapore. Ratti e il suo studio di architettura CRA-Carlo Ratti Associati, in collaborazione con il BIG- Bjarke Ingels Group, stanno progettando un grattacielo di 280 metri nel Central Business District della città. Questo grande edificio sarà dotato di sensori e prevede al proprio centro una foresta tropicale al coperto, che si inserisce nella ricerca di Ratti sull'intersezione tra naturale e artificiale.
Concentrato sullo sviluppo degli spazi urbani e sul cambiamento del modo in cui viviamo, Ratti ha un’idea del design che evoca un’ideale continuità tra 3 strati unici della pelle: il corpo, i vestiti e l’architettura.

In questa video intervista, Ratti approfondisce il concetto, toccando i temi della sostenibilità, di come la tecnologia possa essere una risorsa creativa e di cosa riservi il futuro per la vita di città.